Terapia ortomolecolare

Piccola introduzione nella terapia ortomolecolare

La terapia ipoallergenica ortomolecolare significa successo e divertimento per l’attività ambulatoriale quotidiana! Perché costituisce un metodo dolce e naturale della naturopatia!

Le esperienze con i vostri tormentati pazienti allergici vi hanno fatto capire da tempo il principio: Meno sostanze, più beneficio!

Che cosa significa terapia ipoallergenica ortomolecolare? Le sostanze ortomolecolari sono sostanze che sono presenti nel corpo in questa forma, cioè “molecole giuste”. Ipoallergenico significa, che queste sostanze vengono prodotte senza additivi  o ausiliari sintetici non dichiarati, e che quindi non causano mai, o comunque soltanto in casi estremamente rari delle allergie. Sono esenti da additivi allergenici e per questo motivo idonei per pazienti allergici molto sensibili!

Le sostanze contenute in questi preparati minerali sono confezionate in una capsula ipoallergenica, incolore e trasparente senza l’aggiunta di sostanze aromatizzanti o altri additivi. Gli oligoelementi così preparati possono al massimo contenere dell’amido di mais o del carbonato per permettere un più facile dosaggio. In quel caso si trova la relativa indicazione sull’etichetta!

In caso di prodotti ipoallergenici tutti gli ingredienti devono essere indicati  in forma chiara e visibile! Sarebbe auspicabile un test preliminare dei prodotti finiti, per esempio con il metodo della Kinesiologia applicata, per garantire la massima tollerabilità.

Se questi preparati vengono tollerati dalla persona allergica, risultano ottimali anche per ogni altro utente, dandogli il massimo beneficio senza causare danni! La tollerabilità ottimale non è raggiungibile con pastiglie, confetti o preparati effervescenti aromatizzati, perché il loro confezionamento richiede determinati additivi per rendere più malleabile la massa, determinati pigmenti per migliorarne l’aspetto o sostanze aromatizzanti per migliorarne il gusto.

Chi soffre di allergia sa che in certi casi anche sostanze genuine non trattate come latte naturale o frumento possono causare allergie, nonostante che queste sostanze naturali pure siano considerate ipoallergeniche. Sostanze naturali di questo genere possono però trasformarsi in allergeni in seguito a un attacco micotico dell’intestino che comporta un grave disturbo della digestione. Ma anche il deficit di un determinato microelemento ortomolecolare del corpo o un campo di disturbo di una cicatrice può scatenare l’allergia.

Dopo  una grave malattia, in situazioni di stress o sforzi sportivi l’assunzione di oligoelementi ipoallergenici, acidi grassi e minerali aumenta la prestazioni e il benessere fisico. Acidi grassi sono essenziali per esempio nella gestione degli stress e delle funzioni ormonali, nonché nella difesa contro sostanze tossiche contenute nell’ambiente e solubili nei grassi.

Le basi della terapia ortomolecolare sono state  sviluppate dal premio Nobel americano Linus Pauling.

Le cause della necessaria aggiunta di “normali oligoelementi, sali, acidi grassi essenziali o vitamine” sono da ricercare nelle moderne abitudini alimentari, ma anche nei processi di produzione delle derrate agricole, come per esempio la raccolta della frutta non matura, la lunga permanenza dei prodotti nei magazzini, la trasformazione industriale di molti prodotti alimentari associata alla denaturazione di sostanze vitali, nonché nella coltivazione in terreni troppo concimati e compromessi dalle piogge acide.

 

Secondo la letteratura USA e la tollerabilità individuale, i dosaggi iniziali dovrebbere raggiungere nelle prime 2 – 4 settimane dieci volte la dose giornaliera, per permettere un veloce ripristino delle riserve e una ottimizzazione dell’autoregolazione. E’ sottinteso che gli integratori alimentari di alta qualità vanno acquistati esclusivamente e direttamente dal famacista o dal terapeuta.

Per quanto riguarda la durata e la entità di una terapia ipoallergenica ortomolecolare – hoT – bisogna sviluppare una propria filosfia individuale:

  • Intendo compensare a breve termine disturbi delle funzioni muscolari o organiche o un’allergia?
  • Intendo ottimizzare a medio termine la regolazione ormonale, le difese immunologiche o le mie prestazioni mentali?
  • Intendo migliorare le mie difese immunologiche soltanto durante la stagione autunnale e invernale o preferisco ottimizzarle a lungo termine?
  • Intendo ottimizzare la mia regolazione di base come lo scienziato americano Linus Pauling, che scoprì le relazioni ortomolecolari, assunse per 50 anni quotidianamente sostanze ipoallergeniche ortomolecolari e raggiunse in buona salute la venerabile età di 93 anni!

Più alto lo stress, più consumo di fast food o inevitabili pasti in mensa, più importante diventa una terapia ipoallergenica ortomolecolare.

Una delle più frequenti domande: Meglio un mix o meglio sostanze singole?

Chi conosce le reazioni chimiche, sa che queste possono essere evitate nelle mescole soltanto grazie a degli additivi o a forti diluizioni in ambiente asciutto.

Sostanze singole invece sono più facilmente e miratamente dosabili. Questo fatto viene sottolineato anche dalla farmacologia scientifica.

Nella scelta di un prodotto a base di oligoelementi si può eventualmente ricorrere inizialmente a un complesso di diversi elementi appartenenti allo stesso gruppo reattivo, perché la diluizione di tutte le sostanze è molto alta e la probabilità di interazioni è bassa. Il proseguimento della terapia dovrebbe però avvenire in modo mirato dopo test bioenergetici con sostanze singole.

Quali sono le sostanze da scegliere?

Ci si può orientare con l’aiuto di libri e tabelle. Chi conosce la Kinesiologia applicata – AK – ha la possibilità di individuare i campi di disturbo attraverso le relazioni tra minerali – muscoli- organi nonchè attraverso localizzazioni di terapie e di testare i prodotti terapeutici ottimali per il singolo caso.

Per tuttti gli interessati, che non conoscono i metodi dei test bioenergetici, come anche la biorisonanza o il biotensor, è utile un terapeuta esperto di test bioenergetici, che sia in grado di fornirgli un’assistenza individuale alla ricerca dei necessari prodotti terapici ipoallergenici ortomolecolari.

Infine facciamo presente, che i prodotti hoT possono essere assunti anche senza capsula – per esempio sciolti in una bevanda o mescolati ai cibi. Dato che si tratta quasi sempre di sostanze pure, un adeguato dosaggio dovrebbe garantire la tolleranza ottimale.

NB: Per approfondire consigliamo il manuale per pazienti in lingua tedesca:
Medicina naturale „Orthomolekulare Therapie – hypoallergen!“  ISBN 3-9806850-0-4 
al prezzo di  16.80 DM. Autore è il naturopata P.-H. Volkmann,
Casa editrice VBN – Verlag , D- 23569 Lübeck, Hauptstr. 53, Germania
Attuale in traduzione in lingua Italiana!